Lavori di adeguamento statico, miglioramento sismico e messa in sicurezza dei solai dei corpi “B” e “C” dell’I.T.I.S. “Merloni” di Fabriano (MO)

Lavori di adeguamento statico, miglioramento sismico e messa in sicurezza dei solai dei corpi “B” e “C” dell’I.T.I.S. “Merloni” di Fabriano (MO)

IMPORTO: Euro 1.041.726,97

CATEGORIE SOA: OG1 Classe II, OS18 Classe II

SERVIZI BIM: ARCH, STR, MEP, SIC

CONCORRENTE: ANT2 SRL

Migliorie proposte per l’esecuzione dei lavori:

    • ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE E MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA IN CANTIERE
      • Organizzazione del cantiere finalizzata ad incrementare le condizioni di sicurezza e a limitare le interferenze del cantiere con l’attività scolastica: verranno attribuiti punteggi maggiori alle soluzione tecniche-organizzative e gestionali che consentano di eliminare o mitigare le interferenze con l’attività scolastica in relazione al cronoprogramma dei lavori da eseguire;
      • Misure ambientali – Rumore verranno attribuiti punteggi maggiori alle soluzione tecniche-organizzative e gestionali che consentano il maggiore abbattimento del rumore derivante dalle operazioni di cantiere;
      • Misure ambientali – Polveri: Verranno attribuiti punteggi maggiori alle soluzione tecniche-organizzative e gestionali che consentano la massima protezione delle zone esterne al cantiere dalle polveri provenienti da demolizioni, smontaggio di impianti di qualsiasi genere; posa in opera dei nuovi materiali sia in ambito esterno e soprattutto nelle aree interne del cantiere (ponteggi compresi); verranno presi in considerazione eventuali programmi di monitoraggio della rilevazione della concentrazione delle polveri durante il corso dei lavori con particolare riferimento alla protezione di zone con attività scolastiche ubicate in prossimità del cantiere;
      • Misure ambientali – Riciclaggio: verranno attribuiti punteggi maggiori alle soluzione tecniche-organizzative e gestionali che consentano il massimo riciclaggio dei rifiuti provenienti da: demolizioni, smontaggio di impianti di qualsiasi genere, scarti di lavorazione, imballaggi;

     

    • MIGLIORAMENTO E IMPLEMENTAZIONE FUNZIONALE FINITURE ARCHITETTONICHE E MIGLIORAMENTO ELEMENTI ARCHITETTONICI PER SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE
      • Riqualificazione estetica e funzionale dei prospetti e delle finiture esterne dell’edificio oggetto dell’intervento mediante soluzioni finalizzate ad incrementare e migliorare il decoro architettonico esterno, la durabilità, la sicurezza per eventuali future manutenzioni, corredate di schede materiali, certificazioni di idoneità e garanzia.
        PRECISAZIONI CIRCA LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI QUALITATIVI (MIGLIORIE): la Commissione giudicatrice valuterà con particolare interesse le proposte che si distingueranno per l’impiego di materiali, elementi e tecnologie originali ed innovative ma, al tempo stesso, appropriati al contesto urbano ed alle destinazioni d’uso del plesso scolastico;
      • Riqualificazione estetica e funzionale degli ambienti interni con particolare riguardo ai materiali di finitura interni quali intonaci, tinteggiature, zoccolature di protezione interne alle aule a protezione da urti scelti da soluzioni progettuali finalizzate ad incrementare il valore del decoro architettonico e mediante utilizzo di specifici ed idonei materiali, garantendo al contempo, la stabilità, la durabilità e la buona manutenzione degli stessi. Materiali conformi alla normativa vigente corredati da schede tecniche e da certificati di idoneità all’uso.
        PRECISAZIONI CIRCA LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI QUALITATIVI (MIGLIORIE): la Commissione valuterà con particolare interesse le proposte che si distingueranno per la quantità, la qualità estetica dei materiali e per l’utilizzo di materiali naturali. I materiali dovranno essere scelti tenendo conto dell’incidenza che hanno sulle prestazioni acustiche legate alla particolare destinazione del locale, sulle prestazioni termiche e nel rispetto delle caratteristiche di resistenza al fuoco richieste dalla normativa antincendio. 
      • Soluzioni migliorative per le opere di impermeabilizzazione e relative allo smaltimento delle acque meteoriche dei plessi strutturali oggetto di intervento finalizzate ad incrementare e migliorare l’efficienza e la minore manutenzione e garantendo al contempo, stabilità e durabilità degli stessi ed il decoro architettonico.
      • Soluzioni migliorative finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche: mediante implementazione e miglioramento di parti architettoniche dell’edificio scolastico esistente e del nuovo impianto ascensore funzionale, funzionante e collaudato. Compresi tutti gli adempimenti tecnico/amministrativi necessari per la corretta installazione e funzionamento conforme alle specifiche norme di settore. Dovranno essere valutati ed eventualmente risolti eventuali effetti di interferenze architettoniche/strutturali con l’edificio esistente.
        PRECISAZIONI CIRCA LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI QUALITATIVI (MIGLIORIE): la Commissione valuterà con particolare interesse le proposte che si distingueranno per l’impiego di macchinari volti alla migliore corsa ottenibile, velocità, confort di marcia,
        rumorosità e consumo energetico. Saranno valutate con interesse anche le proposte particolarmente attente alla qualità dei materiali sia interni che esterni ed ai dispositivi impiegati in relazione all’inserimento architettonico e strutturale del nuovo manufatto ed alla futura manutenzione.
      • Soluzioni migliorative per il nuovo controsoffitto finalizzate ad incrementare l’isolamento termico ed acustico e diminuire il riverbero acustico delle aule del corpo strutturale denominato “B”, mediante utilizzo di specifici ed idonei prodotti, garantendo al contempo, stabilità e durabilità degli stessi. La Commissione valuterà con particolare interesse le proposte che si distingueranno per la qualità dei materiali scelti nel rispetto delle caratteristiche di resistenza al fuoco richieste dalla normativa antincendio corredati da schede tecniche e da certificati di idoneità all’uso.

     

    • MIGLIORAMENTO E IMPLEMENTAZIONE FUNZIONALE IMPIANTI
      • Soluzioni finalizzate alla razionalizzazione ed efficienza dell’impianto di riscaldamento esistente con la eventuale rimozione delle tubazioni o macchinari dismessi; miglioramento dell’isolamento delle tubazioni in esercizio; eventuale riqualificazione dei corpi riscaldanti esistenti finalizzate a migliorare il risparmio energetico del fabbricato scolastico e garantire un minore costo per la manutenzione futura dell’impianto;
      • Fornitura e posa in opera di materiali ed apparecchiature scelte da soluzioni progettuali finalizzate ad incrementare e migliorare il risparmio energetico, efficienza, gestione e manutenzione dell’impianto fotovoltaico anche mediante sistema di monitoraggio e
        telecontrollo da postazione remota attraverso collegamento diretto via internet o sistema GPRS, installazione e configurazione degli apparati attivi del sistema di telecontrollo, installazione e configurazione del software per il telecontrollo (su PC predisposti) sia nell’Aula scolastica indicata sia nell’ufficio tecnico dell’Amministrazione. Apparecchiature e materiali a basso costo di manutenzione e conformi alla normativa vigente corredati da schede tecniche e da certificati di conformità; Svolgimento di tutte le pratiche tecnico/amministrative da espletare al fine di raggiungere i seguenti scopi
        a) connessione dell’impianto alla rete del Gestore (Enel Distribuzione Spa);
        b) accesso al regime di scambio sul posto gestito dal GSE;
        c) integrazione documentale con la pratica relativa al rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi
        d) modifica della cabina elettrica MT-BT per permetterne il regolare allaccio alla rete.
        e) raccolta e organizzazione di tutta la Documentazione Finale di impianto (fotovoltaico);

     

    • ORGANIZZAZIONE E QUALIFICAZIONE DEL PERSONALE UTILIZZATO IN CANTIERE
      • Qualità e professionalità del direttore di cantiere; verranno attribuiti punteggi maggiori in ragione dell’esperienza maturata dal direttore tecnico del cantiere, valutando almeno altre due esperienze analoghe per importo e tipologia di lavoro;
      • Modalità di svolgimento della prestazione del direttore di cantiere; verranno attribuiti punteggi maggiori in ragione delle modalità di svolgimento dell’attività del direttore di cantiere in riferimento a tutti i processi che garantiscano la buona riuscita dell’opera nonché alle modalità di relazione con DL e RUP, in particolare dovrà essere fatto riferimento agli strumenti ed alle risorse umane che si intendono impiegare, nonchè alla redazione e preparazione di tutta la documentazione che consentano la verifica pre e post intervento di ogni lavorazione significativa.

Share: