Progettazione per i lavori di recupero, efficientamento energetico e abbattimento barriere architettoniche fabbricati e.r.p. In Brindisi lotto 24 – via Giovanni papini e la piazza Ada Negri – ARCA NORD SALENTO

Progettazione per i lavori di per recupero, efficientamento energetico e abbattimento barriere architettoniche fabbricati e.r.p. In Brindisi lotto 24 - via Giovanni papini e la piazza Ada Negri – ARCA NORD SALENTO

IMPORTO: Euro 1.228.424,00

CATEGORIE SOA: OG 1 Classe III; OS 30 Classe I; OS 4 Classe I;

CATEGORIE DI PROGETTAZIONE: E.20; S.03; IA.03;

SERVIZI BIM: ARCH, STR, MEP, SIC

POSIZIONE: 2 POSTO

CONCORRENTE: GECOS S.R.L. – AR.F.A TECH S.R.L.

Migliorie proposte per l’esecuzione dei lavori:

  • D.M. DECRETO 11 ottobre 2017 “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici”
    • Capacità tecnica dei progettisti: punteggio premiante pari a 5 alla proposta redatta da un professionista o struttura di progettazione come definiti al punto 2.6.1. del D.M. 11/10/2017;
    • Miglioramento prestazionale del progetto: viene attribuito un punteggio premiante al progetto che prevede prestazioni superiori ai criteri di base di cui al cap. 2 «criteri ambientali minimi» del D.M. 11/10/2017 come di seguito indicati:
      – Calcestruzzi confezionati in cantiere e preconfezionati
      – componenti in materie plastiche
      – isolanti termici ed acustici
      – pavimenti e rivestimenti
      – pitture e vernici
    • Materiali rinnovabili (punto 2.6.4. del D.M. 11/10/2017):
      – punteggio premiante pari a 1 per l’utilizzo di materiali da costruzione derivati da materie prime rinnovabili per almeno il 20% in peso sul totale dell’edificio escluse le strutture portanti;
      – punteggio premiante pari a 2 per l’utilizzo di materiali da costruzione derivati da materie prime rinnovabili per almeno il 40% in peso sul totale dell’edificio escluse le strutture portanti;
      – punteggio premiante pari a 5 per l’utilizzo di materiali da costruzione derivati da materie prime rinnovabili per almeno il 60% in peso sul totale dell’edificio escluse le strutture portanti;
  • Proposta migliorativa riguardante gli interventi previsti nel progetto posto a base di gara e finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche
  • Proposta migliorativa sugli interventi previsti nel progetto posto a base di gara, riguardante la produzione e l’accumulo di energia fotovoltaica ed il monitoraggio dei relativi sistemi, come di seguito specificati:
    • maggiore produzione di energia fotovoltaica, max punti 12 così ripartiti:
      • punteggio premiante pari a 4 punti da 9 a 26.99 KWp di energia fotovoltaica prodotta oltre quella prevista in progetto;
      • punteggio premiante pari a 8 punti da 27 a 53.99 KWp di energia fotovoltaica prodotta oltre quella prevista in progetto;
      • punteggio premiante pari a 12 punti per un minimo di 54 KWp di energia fotovoltaica prodotta oltre quella prevista in progetto;
    • sistemi di accumulo dell’energia prodotta
    • sistema elettronico di controllo, regolazione e gestione
  • Proposta migliorativa riguardante gli interventi previsti per la domotica a servizio degli alloggi (monitoraggio in remoto dei consumi energetici, ecc.)
  • Proposte migliorative riguardanti gli interventi previsti nel progetto posto a base di gara, riguardante l’invasività dei lavori all’interno degli alloggi
  • Tempo di esecuzione dei Lavori ridotto rispetto a quello individuati nel Progetto Definitivo di 455 giorni naturali e consecutivi, desumibile da apposita dichiarazione dell’impresa in sede di gara
  • Premialità in caso di ridotto o mancato ricorso al subappalto. L’operatore economico deve dichiarare la specifica quota percentuale che intende subappaltare e per quale categoria. Il non avvalersi della facoltà di tale istituto o in quota inferiore al massimo consentito dalla norma è premiante.

Share: